Playoff: Milo-ASD GIARDINI NAXOS 2-5, i marcatori e le dichiarazioni del DS Bonanno

Squadra rilassata che ha mollato? Non si direbbe: l' ASD GIARDINI NAXOS va a vincere sul difficile campo di Milo e conquista la finale playoff del girone E. Una prestazione sontuosa dei ragazzi di mister Brunetto che ipotecano la qualificazione già a fine primo tempo; prima DAVIDE ARDIZZONE e poi il professor SALVO ZAGAMI,

intervallati dal gol dei padroni di casa, mettono la partita in discesa mandando le squadre a riposo sul risultato di 2-1 per noi. La ripresa si apre e sale in cattedra bomber CRISTIAN VARRICA che con un pazzesco 1-2 stordisce e manda a tappeto i giallorossi di casa, e siamo 4-1. Poi arriva il secondo gol milese ma ANTONIO MESSINA chiude la "manita" e fissa il punteggio sul 2-5 per la banda Brunetto. Nel finale spazio anche per GIUSEPPE MAZZA, ex del Milo e recriminazioni per un gol regolare annullato a CLAUDIO "Pogba" RICCIARDI, fresco dell'esperienza positiva al Cittadella.

Un successo che ci catapulta verso una nuova battaglia, probabilmente la più difficile: la sfida di Bronte contro la Ciclope, anche qui una gara da vincere ad ogni costo.

Il direttore sportivo DANIELE BONANNO analizza la gara di Milo e il prossimo futuro: "Una vittoria che arriva grazie al gioco di squadra e alla qualità dei singoli - dichiara Bonanno - ma non avevo dubbi: con la rosa al completo siamo una delle migliori formazioni di tutta la categoria. La cosa da sottolineare è che il Milo finora ci aveva messo sempre in difficoltà e inoltre non aveva mai perso tra le mura amiche: andare a vincere in questo modo in casa loro è significativo".

Poi un'occhiata a quello che verrà: "Ora sotto con la sfida di Bronte:  finora in campionato il bilancio è di una vittoria ciascuno. Sappiamo che sarà difficile ma abbiamo tutte le carte in regola per fare l'exploit. Infine - chiude Daniele - mi piace sottolineare la presenza di un folto gruppo di ragazzi del settore giovanile giardinese sugli spalti che ci hanno incitato sin dal nostro ingresso in campo. Un bel segnale per il futuro"

Scrivi commento

Commenti: 0