GIOVANISSIMI ASD GIARDINI NAXOS, straripante 6-0 all' Etna Calcio 2011. La cronaca

Nella gara di recupero della prima giornata del girone di ritorno i GIOVANISSIMI REGIONALI dell' ASD GIARDINI NAXOS, primi del girone E, strapazzano la terza forza del campionato con un sonoro 6-0 che mette in mostra tutto il carattere ma anche il bel gioco dei ragazzi di mister Curcuruto. Era una gara da affrontare con la giusta concentrazione dopo un lungo periodo di sosta (intervallato solo dal torneo

giovanile Perla dello Ionio) e con il giusto rispetto per un avversario che era distanziato di soli 5 punti e che era stato capace, unico nel girone d'andata, di fermare la cavalcata dei nostri ragazzi inchiodandoci sul 2-2 dopo aver addirittura meritato di vincere nel primo tempo.

 

I nostri, comunque, sono scesi in campo con una rabbia e una convinzione impressionante e passano quasi subito: TRIOLO, dal piede caldissimo, ispira prima MUSUMECI (gran tiro, applauditissimo) e poi RAITI (colpo di testa all'angolino) ed è un doppio colpo che stordisce gli etnei. Ci pensa poi il capocannoniere CALTABIANO a siglare la terza rete con uno spettacolare tiro liftato da fuori area che gela il portiere ospite. Sul finire di tempo ancora dai piedi di TRIOLO, e con la collaborazione di ISGRO', arriva l'autorete che chiude la prima frazione sul 4-0.

 

I biancazzurri aprono la ripresa come se il risultato fosse inchiodato sullo 0-0 e ricominciano a premere forte sull'acceleratore; TRIOLO viene spinto in area e il direttore di gara decreta il penalty che viene affidato a DI BELLA:  tiro angolato a mezza altezza e quinto pallone nel sacco (vedi foto sopra). Inizia un giusto turnover da parte di mister Curcuruto che getta nella mischia tutti i componenti della panchina e gli ospiti si affacciano in area giardinese ma DE TOMMASO fa buona guardia ben supportato dal reparto difensivo. C'è tempo, comunque, per la sesta rete, ancora di MUSUMECI che lanciato in profondità brucia in uscita il portiere e chiude definitivamente in conti, andando a "cercare" il fratello in tribuna per un'esultanza davvero toccante.

 

Una vittoria pesantissima aldilà del punteggio tennistico che deve essere considerata solo come la prima tappa di un percorso di 8 caselle verso il traguardo finale: immaginiamo di giocare a  "Monopoli" e cerchiamo di essere bravi e fortunati a non incappare negli "imprevisti" e nelle "probabilità" a cominciare da sabato quando renderemo visita al Catania 1980 (2-1 all'andata). Se poi qualcuno dei nostri avversari dovesse incappare in qualche "vicolo stretto"...

 

Nel frattempo...

 

NOI PASSIAMO AVANTI...



Scrivi commento

Commenti: 0