GIOVANISSIMI GIARDINI NAXOS primo k.o. in campionato, la Katane ora è prima

Nello scontro al vertice del "comunale" di Calcarone, l' ASD GIARDINI NAXOS lascia l'importantissima posta in palio alla Katane Soccer che passa con un roboante 3-0 che premia oltremodo i catanesi.

Un inizio di gara shock, una direzione arbitrale confusionaria e un atteggiamento in campo non cònsono

alla nostra classifica hanno confezionato questo risultato che ci fa scalare al secondo posto in classifica a -2 dalla nuova capolista che torna a casa con la consapevolezza di avere, adesso, il girone solo ed esclusivamente nelle proprie mani.

 

Dopo 2' ecco l'episodio-chiave dell'incontro: in seguito ad un cross, la palla carambola sul braccio di BENEDETTO (dopo aver probabilmente sbattuto prima sulla gamba del nostro difensore) e il sig. Clemente da Messina non ha dubbi: è rigore. DE TOMMASO intuisce la traiettoria ma viene battuto (vedi foto): è 0-1. Nell'occasione, inoltre, vengono ammoniti lo stesso Benedetto e LA ROSA  per proteste facendoci ritrovare dopo 3' minuti, quindi, sotto di una rete e con due difensori su 4 ammoniti.

La nostra reazione, per la verità, stenta a venir fuori anche se CALTABIANO ha sui piedi una buona possibilità dopo un'uscita imprecisa del numero uno catanese. Poco dopo, altro episodio da rigore in area giardinese (stavolta netto) ma l'arbitro incredibilmente sorvola tra lo stupore generale.

 

La ripresa parte con i nostri ragazzi molto più pimpanti ma mancano le idee e i movimenti giusti, con gli spazi che non vengono mai attaccati e i portatori di palla poco ispirati o costretti a giocare sempre e solo "sull'uomo". Ne viene fuori una prima parte di tempo nervosa ma sterile fino al raddoppio della Katanè con un pallone filtrante che buca centralmente la nostra difesa e mette l'attaccante a tu per tu con De Tommaso. Un'espulsione per i catanesi (poi misteriosamente revocata dall'arbitro) e una nostra effettiva (SILIGATO) per un fallo veniale a centrocampo (l'arbitro estrae prima il giallo e poi subito dopo il rosso, altro mistero...) fanno da contorno alla terza rete di testa, in seguito ad un bel cross dalla destra, della Katane che chiude i conti.

 

Nessun dramma per la banda di Curcuruto e a fine gara i complimenti suoi e dei nostri dirigenti agli avversari per aver meritato il successo sul campo, bravi ad interpretare  nella maniera migliore questo big match.

Ora sotto con gli allenamenti, consci che la vetta non dipende solo più da noi stessi ma da chi ci precede: il nostro dovere è farci trovare pronti a qualsiasi evenienza, perché in caso contrario i rimorsi andrebbero ben oltre il risultato di oggi.


Scrivi commento

Commenti: 0