ADORNETTO preparatore dei portieri del Giardini NAXOS ma non solo...

Tra i protagonisti più attivi di questo primo mese della stagione 2017-18 c'è sicuramente PEPPE ADORNETTO, riconfermato preparatore dei portieri del sodalizio giardinese.

Se da un lato, infatti, il nostro mister sta lavorando con i "numeri uno" della prima squadra e del settore giovanile, dall'altro si è tolto la soddisfazione di un nuovo esordio in Promozione, scendendo in campo contro il Messina Sud nel primo turno di Coppa Italia.

Partiamo proprio dall'esperienza di domenica scorsa: "E' stata una bella sensazione, anche perché inaspettata e quindi ha avuto un sapore ancora più bello tornare a giocare in Promozione - ci ha raccontato Peppe - e per un attimo mi è sembrato di tornare ragazzo ad inizio carriera. Sono state emozioni contrastanti, ansia e voglia di rimettermi in gioco, ma comunque direi che me la sono cavata bene senza fare troppi danni (ride, ndr); peccato solo per il pareggio, sarebbe stato bello vincere sul campo".

 

Poi ADORNETTO ci racconta il lavoro fin qui svolto con i portieri a sua disposizione e quello che preparerà con l'inizio della Scuola Calcio: "In questi 20 giorni abbiamo lavorato molto sulla forza esplosiva, con particolari carichi di lavoro, ma anche sul piano tecnico. Tra qualche giorno, smaltite le fatiche, cercheremo di raggiungere una forma fisica ottimale lavorando più sulla parte tecnica. Finora direi che posso ritenermi soddisfatto"

 

Poi sulla Scuola Calcio: "Lavorerò presto con gli Esordienti, e spero di conoscere presto il portiere di cui mi dicono un gran bene. Lavoreremo solo ed esclusivamente sulla tecnica di base  mentre il lavoro fisico deve essere moderato. Spero di trasmettere ai ragazzi che vorranno intraprendere questo ruolo, la passione e la determinazione per affrontare nel giusto modo le partite. Ci vuole molta "testa" oltre che gambe. E poi - conclude - secondo me un portiere in un campionato può portare anche un bottino di 15 punti ad una squadra: non è il caso di un portiere della Scuola Calcio, ma è giusto che inizi a rendersi conto della bellezza e della responsabilità di essere l'ultimo ostacolo, uno contro tutti. Ci vuole la fiducia della squadra ma è il portiere  che deve lavorare per essere lui stesso il primo ad infondere sicurezza ai compagni, anche se l'errore è sempre dietro l'angolo".

BUON LAVORO, PEPPE!