Allievi e Giovanissimi: doppio k.o con la Jonica. Zero allarmi ma lavorare sodo

Un fine settimana assolutamente nero per le due squadre del nostro Settore Giovanile che escono con le ossa rotte dal doppio confronto contro la Jonica.

 

Nessun allarmismo per i due allenatori: i due gruppi stanno affrontando delle iniziali difficoltà che solo il tempo, il lavoro, l'umiltà di ogni singolo elemento e la forza di volontà possono aiutare a superare.

 

Non ci fasciamo, quindi, il capo; stiamo "sanguinando" ma siamo assolutamente vivi. Un pareggio rosicchiato e rubacchiato avrebbe, forse, fatto molto più male di una fragorosa batosta. I nostri ragazzi devono rimanere concentrati e tutto l'ambiente deve reagire al momento-no (unico negli ultimi 4 anni) con serenità e soprattutto maturità. Ricordiamoci che i campionati non finiscono l' 1 ottobre...

 

ALLIEVI: il 4-0 rimediato sul campo di Santa Teresa è forse troppo severo ma fotografa abbastanza bene quelli che sono gli attuali limiti di una "rosa" che ha tutte le carte in regola per ben figurare in questo campionato. Il rigore iniziale, concesso ai locali, ha messo sicuramente la partita subito in salita ma niente alibi: ci attende un torneo di elevata difficoltà, quindi non dimentichiamo questa scoppola  e tiriamo avanti mettendo sul piatto elementi come grinta, convinzione e fratellanza. Nei momenti bui si vede la luce negli occhi di chi ci crede.

 

GIOVANISSIMI: l'approccio alla gara è uno dei punti su cui devono migliorare i nostri Giovanissimi (sotto in foto) che, in campo contro la Jonica, hanno a tratti offerto un buon gioco: Il gruppo, come detto più volte, è totalmente rinnovato e crediamo sia fisiologico che certi meccanismi e certi automatismi stentino ad arrivare. Anche per loro, le prove d'appello non mancheranno e i prossimi impegni sono già alle porte. Il cielo è blu, sopra le nuvole.