Chiusi i gironi d'andata, il bilancio delle squadre del GIARDINI NAXOS

Si sono conclusi i gironi di andata di tre compagini dell' ASD GIARDINI NAXOS (Promozione, Allievi Regionali e Giovanissimi Regionali) mentre inizia oggi il girone di ritorno della nostra Juniores.

 

Il bilancio è tendenzialmente in "rosso" anche se per certi aspetti la situazione era

preventivabile e, francamente, preventivata.

C'è tutto un girone per riscattare quanto fatto finora, e siamo sicuri che i nostri ragazzi troveranno le motivazioni e la grinta che, in certi frangenti, sono mancate.

 

Ecco il raffronto tra la stagione in corso e quella passata, dal quale emergono dati interessanti anche se (in particolar modo per il Settore Giovanile, che subisce sempre un massiccio ricambio generazionale) poco indicativi. O forse ci sbagliamo?...

 

PROMOZIONE: la squadra di mister Brunetto ha raggranellato 23 punti in 15 giornate, con un bilancio positivo di + 9 punti rispetto la scorsa stagione. Siamo sesti (l'anno scorso eravamo quart'ultimi) e le possibilità di agganciare il quinto posto sono comunque vive. Il dato più interessante è senza dubbio la questione relative alle reti segnate e subite: i gol fatti sono identici a quelli dello scorso anno (19) mentre i gol al passivo sono scesi da 27 a 15.

 

ALLIEVI: campionato difficile l'anno scorso per mister Fichera (prima) e Gulotta (poi) e campionato difficile anche per mister Curcuruto. Stessa posizione in classifica dello scorso anno e stesso numero di punti (10); un cammino praticamente uguale per i nostri Allievi che quest'anno hanno lasciato sul campo molti punti assolutamente "fattibili". raccogliendo molto poco dalle generose braccia della Dea Fortuna. Non ci appigliamo a questioni ultraterrene, c'è un girone di ritorno da aggredire con le unghie e con i denti

 

GIOVANISSIMI:  se l'anno scorso erano la nostra "delizia "(primi con 37 punti con 34 gol fatti e solo 5 subiti, quest'anno sono (almeno per ora) la nostra "croce" con 5 punti e un bilancio-reti che parla di 13 gol fatti e 39 subiti. Numeri impietosi che, però, in virtù di una classifica corta in basso e di 13 battaglie da giocare, non deve abbattere i nostri ragazzi, che pagano molto sul piano "mentale" più che su quello fisico e tecnico.  Cambiare registro si deve e si può, a cominciare dalla costanza negli allenamenti: chi vuole scendere dalla nave in difficoltà si faccia da parte, abbiamo bisogno solo di marinai coraggiosi...